X

Did you know that your Internet Explorer is out of date?

To get the best possible experience using our site we recommend that you upgrade to a modern web browser. To download a newer web browser click on the Upgrade button.

Upgrade
Corrosione sotto coibente

Corrosione sotto coibente

I compositi, rivestimenti e rivestimenti a spessore epossidici termoattivati per la riparazione dei metalli offerti da Belzona sono formulati per proteggere tubazioni e recipienti dalla corrosione sotto coibente.

Qual è il problema?

Tubazioni e recipienti che operano a alte temperature sono comunemente isolati non soltanto per prevenire la perdita di energia e calore, ma anche per motivi di salute e sicurezza. La corrosione sotto coibente è un problema che interessa l'acciaio al carbonio, l'acciaio inossidabile e la ghisa e è provocato dalla penetrazione di acqua e dalla saturazione dell'isolamento termico su recipienti e tubazioni, provocando così fenomeni corrosivi nel giro di poco tempo. Problemi tipici di questo tipo includono la corrosione rapida delle superfici e il pitting, che spesso causano difetti di sotto-spessoramento e conseguenti malfunzionamenti.

Alcune delle cause della presenza di umidità possono essere:

  • Acqua intrappolata nell'isolamento durante la costruzione, ad esempio, conservazione in luoghi in cui è presente umidità, applicazione eseguita in condizioni meteorologiche sfavorevoli
  • I giunti di rivestimenti tradizionali possono formare punti di debolezza di progettazione intrinseca
  • Danni meccanici del rivestimento tradizionale
  • Formazione di condensa da elementi, come ad esempio oscillazioni cicliche di temperatura
  • Perdite nei sistemi di cavi scaldanti
  • Scarsi standard di fabbricazione del rivestimento protettivo

La corrosione da pitting, la perdita di integrità strutturale e in definitiva la perdita di contenimento sono fenomeni che possono verificarsi e, se il componente non viene isolato, questi problemi non sono immediatamente visibili e potrebbero passare inosservati provocando costosi tempi di fermo.

Cosa ci rende diversi?

È stato dimostrato che i rivestimenti epossidici e i composti Belzona per la riparazione e la protezione contro la corrosione sotto coibente di tubazioni e rivestimenti offrono prestazioni migliori rispetto ai tradizionali metodi di riparazione e apportano i seguenti benefici:

Rapporto costi/benefici

  • I prodotti monocomponenti Belzona a indurimento termoattivato
    possono essere applicati mentre le attrezzature sono in esercizio. Questi prodotti si attivano al momento dell'applicazione su superfici calde e garantiscono tempi di fermo delle attrezzature pressoché minimi o nulli.
  • Caratterizzati da elevata adesione e incollaggio e requisiti di preparazione della superficie minimi
    , i materiali Belzona aderiscono ai substrati metallici in presenza di alte temperature e non necessitando di pulizia mediante sabbiatura o profilatura intensive, che possono essere applicate velocemente.

Sicurezza e facilità d'uso

  • Rischi per la salute e la sicurezza ridotti grazie all'assenza di solventi
    I materiali termoattivati Belzona possono essere applicati direttamente su tubazioni calde e non necessitano di preriscaldamento, evitando così i rischi associati alla sicurezza.

Resistenza all'usura

  • Resistenza al calore e alle sostanze chimiche
    I materiali Belzona offrono protezione contro un'ampia gamma di sostanze chimiche a temperature fino a 150°C (302°F).
  • Eccellente protezione contro la corrosione
    I compositi di riparazione e i rivestimenti contro la corrosione sotto coibente di Belzona garantiscono protezione contro gli effetti della corrosione.

Rivestire:

qual è il problema?

Tubazioni e recipienti isolati possono deteriorarsi al di sotto dell'isolamento a causa della penetrazione di acqua nell'isolamento termico, provocando così fenomeni corrosivi nel giro di poco tempo. I metodi di riparazione tradizionali richiedono che i componenti siano rivestiti dopo essere stati temporaneamente messi fuori servizio, determinando costosi tempi di fermo e perdita di produzione.

La corrosione dell'acciaio inossidabile provoca fenomeni di pitting superficiale e corrosione sotto tensione indotta da cloruro. I guasti possono sopraggiungere entro un'ampia gamma di temperature, con l'intervallo più critico per la corrosione sotto coibente che va dai 30°C (86°F) ai 120°C (248°F), e i rischi possono aumentare durante i periodi di fermo.

La soluzione Belzona

I prodotti surface-tolerant termoattivati, come ad esempio Belzona 5841 e Belzona 5851 (HA-Barrier), possono essere applicati direttamente su superfici calde con preparazione minima (SSPC-SP6, NACE#3) per bloccare e prevenire la corrosione senza necessità di arresto.

A seconda della temperatura della tubazione o del recipiente, vari prodotti Belzona possono essere specificati per le applicazioni dirette senza tempi di fermo. In alcuni casi, in presenza di variazioni/gradienti di temperatura riguardanti il componente, è possibile utilizzare più di un materiale nell'ambito di un sistema, con applicazioni su componenti aventi temperature di superficie che vanno da quella ambiente fino a 150°C (302°F).

La protezione preventiva di componenti in acciaio inossidabile impedisce il sopraggiungere della corrosione sotto tensione. Le soluzioni a questi problemi possono essere complesse dal momento che le attività di riparazione devono essere eseguite con l'attrezzatura in funzione, su superfici calde, in aree pericolose e con accesso limitato. Le soluzioni Belzona per la corrosione sotto coibente non soltanto bloccano la corrosione, ma ne impediscono il ripetersi in futuro. Esse possono essere applicate senza arrestare l'attrezzatura e non compromettono la sicurezza perché non necessitano di lavorazioni a caldo per la preparazione del substrato.


Ricostruire:

qual è il problema?

Su acciaio e ghisa la corrosione può manifestarsi in forma generalizzata o localizzata. La corrosione superficiale in genere può essere risolta applicando un rivestimento protettivo termoattivato. Tuttavia, se dopo un'ispezione l'attrezzatura mostra segni evidenti di grave corrosione e pitting, è possibile utilizzare un materiale composito epossidico a alta temperatura per la riparazione e la ricostruzione della superficie.

La soluzione Belzona

In caso di pitting evidente, Belzona 1251 (HA-Metal) può essere utilizzato a temperature dai 70°C (158°F) ai 150°C (302°F) per ricostruire il substrato al suo profilo originale. Questa semplice soluzione richiede una preparazione minima della superficie e può essere completata senza interrompere il funzionamento delle attrezzature.

Quando gravi fenomeni corrosivi provocano sotto-spessoramenti al di sotto dei limiti di tolleranza consentiti, è possibile aggiungere uno spessore all'esterno della tubazione. Belzona 1251 (HA-Metal) può essere applicato direttamente sulla superficie calda per incollare piastre e fornire elevata adesione e riparazione in tempi rapidi. Le pareti di tubazioni corrose possono essere riparate mentre le attrezzature sono in funzione, offrendo così una soluzione economicamente vantaggiosa al problema.


Isolare e proteggere:

qual è il problema?

La corrosione sotto coibente è un fenomeno spesso imprevedibile che può provocare malfunzionamenti potenzialmente disastrosi per le attrezzature. Per questo motivo è fondamentale che tubazioni e recipienti siano ispezionati con regolarità. I materiali di isolamento termico devono consentire non soltanto un facile accesso ai fini dell'ispezione, ma anche un ripristino in tempi rapidi.

I tradizionali materiali di rivestimento dei metalli presentano punti di debolezza intrinseci nei giunti, consentendo così la penetrazione di acqua. Inoltre, questi sistemi possono essere facilmente danneggiati da forze esterne, come ad esempio dal peso dovuto al calpestio. Questo provoca ulteriori spazi vuoti tra i giunti aumentando il rischio di penetrazione dell'acqua.

La soluzione Belzona

Belzona 3211 (Lagseal) è un rivestimento microporoso a base acquosa per la sigillatura e la protezione a lungo termine di tutti i tipi di isolamento termico. Le proprietà microporose del materiale lo rendono ideale per l'applicazione sull'isolamento e consentono all'umidità dall'interno o alla base dell'isolamento di dissiparsi impedendo nel contempo all'acqua di penetrare.

Grazie alla sua natura monocomponente, Belzona 3211 (Lagseal) è un sistema facile e sicuro da usare e da applicare a pennello e offre una grandissima varietà di applicazioni persino su profili complessi. Le attività di riparazione e ispezione possono essere eseguite semplicemente tagliando una sezione che può essere facilmente risigillata riapplicando uno strato rinforzato di Belzona 3211 (Lagseal).